Guarda il sito nazionale sui referendum popolari per il lavoro 2017 #con2si
Appello degli intellettuali 2017-03-27T12:39:41+00:00

APPELLO DEGLI INTELLETTUALI

I docenti universitari dell’Emilia Romagna a sostegno dei 2 referendum sul lavoro

Appello agli intellettuali

Noi docenti e ricercatori delle Università dell’Emilia Romagna pensiamo che i due prossimi referendum sul lavoro siano un’occasione importante per il Paese.

Le due questioni specifiche sono rilevanti. In una situazione di insopportabile disoccupazione giovanile, i “voucher” , ben lungi dall’essere una ragionevole regolarizzazione di forme di lavoro veramente accessorie, si sono dimostrati una forma di precarietà che si aggiunge alla precarietà precedente.

Mentre il sistema degli appalti e dei sub-appalti, in mancanza di una piena responsabilità della prima stazione appaltante, sta diventando il regno del lavoro povero, della “irresponsabilità sociale delle imprese”, sconfinando verso l’illegalità e l’economia criminale.

Queste politiche si sono dimostrate uno straordinario mezzo di dispersione delle competenze e delle conoscenze in particolare delle giovani generazioni; cambiarle è necessario anche per evitare che tante, troppe competenze del nostro Paese siano costrette a emigrare all’estero per trovare opportunità e condizioni dignitose di lavoro.

Di fronte all’evidente fallimento della teoria per la quale la riduzione dei diritti del lavoro avrebbe favorito l’occupazione si tratta di indicare, nel confronto referendario, la necessità di un diverso modello di sviluppo basato sulla qualità.

Infine c’è da sottolineare che la stessa modalità referendaria può rappresentare un momento di svolta. Portare la discussione sul lavoro e sulla sua dignità in tutto il Paese, permettere alla partecipazione democratica di indicare una strada alternativa per uscire dalla crisi, è sicuramente ciò di cui abbiamo bisogno.

Per questo, chiediamo al mondo culturale ed intellettuale di impegnarsi per favorire questa mobilitazione democratica. Di impegnarsi per favorire la massima partecipazione consapevole e per far vincere i SI ai referendum per il lavoro.

I primi intellettuali a rispondere all’appello

Gabriele Azzaro (Unibo, Scienze della Formazione) , Silvia Bagni (Università di Bologna), Nicola Barbieri (Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia) Sergio Brasini (Università di Bologna), Daniela Capra (Università di Modena), Alberto Castelli (Università di Ferrara), Marina Cocchi (Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia), Monica Dall’Asta (Unibo, Dipartimento delle Arti), Gianluca De Angelis (Università di Bologna), Angela De Benedictis (Università di Bologna), Giulia Fabi (Università di Ferrara), Stefano Ferrari (Università di Bologna), Gianfranco Franz (Università di Ferrara), Maria Carla Galavotti (Università di Bologna), Antonio Gariboldi (Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia), Andrea Guazzarotti (Università di Ferrara), M.Teresa Indelli (Università di Ferrara), Marina Lalatta (Università di Bologna), Laura Lanzillo (Università di Bologna), Roberto Mandrioli (Università di Bologna), Giulio Marabini Avvocato (Forlì), Marco Marrone (Università di Bologna) Francesco Marsciani (Università di Bologna) Marco Mazzoleni (Unibo, Dipartimento di Interpretazione e Traduzione), Federico M. Mucciarelli (Unimore, Economia), Giuseppe Nardin (Unimore, Economia), Luca Pazzi (Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia), Stefania Pellegrini (Università di Bologna), Luigi Pepe (Università di Ferrara), Olga Perotti (Università di Parma), Giorgio Pighi (Unimore, Giurisprudenza), Simonetta Renga (Unife, Economia e Management), Alessandro Roccatagliati (Università di Ferrara), Alessandro Romagnoli (Università di Bologna), Antonella Rotola (Università di Ferrara), Carla Sabia (Università di Modena), Giuseppe Scandurra (Università di Ferrara), Alessandro Somma (Università di Ferrara), Giuseppina Speltini (Unibo, Scienze dell’Educazione), Angelo Stefanini (Università di Bologna), Lorenzo Tassi (Unimo, Scienze Chimiche e Geologiche), Elio Tavilla Università di Modena, Duccio Tongiorgi (Unimore, Studi Linguistici e Culturali), Silvia Vida (Università di Bologna), Leonardo Zanetti (Università di Bologna), Bruna Zani (Università di Bologna), Giacomo Zanni (Università di Ferrara), Cristina Zeni (Unife, Scienze della vita), Corrado Ziglio (Università di Bologna), Alessandra Zoli (Ospedale di Forlì), Umberto Mazzome (Università di Bologna), Federico Chicchi (Unibo, Sociologia), Patrizia Rampazzo (Liceo Artistico, Reggio Emilia), Milena Benvenuti (Docente in pensione, Rimini), Renza Bonacini (Docente in pensione, Reggio Emilia), Valentina Sassi (IIS Nelson Mandela, Castelnovo ne’ Monti), Maria Giovanna Vezzalini (Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia), Alessandra Tasso (Università di Ferrara), Maria Michela Danesi (Docente in pensione, Forlì), Fabio Minghini (Unife, Ingegneria), Germano Zanzi (Docente in pensione, Bagnacavallo), Marta Cavazza (Unibo, Scienze della Formazione, docente in pensione), Rodolfo Lewanski (Unibo, Scienze Politiche), Marco Malferrari (Università di Modena), Donna R. Miller (Unibo, Lingue, Letterature e Culture Moderne), Laura Stancampiano (Università di Bologna), Claudia Sorbi (Università di Modena), Alberto Girlando (Università di Parma), Savino Occhionorelli (Università degli Studi di Ferrara)

Primi sottoscrittori e promotori

Allamprese Andrea (Unimore, Ingegneria) Altieri Leonardo (Unibo, Sociologia) Balandi Gian Guido (Unife, Giurisprudenza) Balzani Vincenzo (Unibo, Chimica) Barbieri Nicola (Unimore, Scienze dell’Educazione) Barbujani Guido (Unife, Scienze della vita) Bellini Alberto (Unibo, Ingegneria) Bertolini Paola (Unimore, Economia) Borelli Silvia (Unife, Giurisprudenza) Bosi Paolo (Unimore, Economia) Bodini Antonio (Unipr, Chimica) Borghi Vando (Unibo, Sociologia) Brasili Cristina (Unibo, Statistica) Casadei Thomas (Unimore, Giurisprudenza) De Pietri Roberto (Unipr, Matematica) Fiorani Giuseppe (Unimore, Economia) Franchi Maura (Unipr, Economia) Galli Carlo (Unibo, Storia) Giovannetti Enrico (Unimore, Economia) Gruning Barbara (Unibo, Filosofia) Guerra Luigi (Unibo, Scienze dell’Educazione), Jori Alberto (Unife, Studi Umanistici), Lassandari Andrea (Unibo, Giurisprudenza), Laudani Raffaele (Unibo, Storia), ), Leech Patrick (Unibo, Lingue), Martelli Alessandro (Unibo, Sociologia), Martelloni Federico (Unibo, Giurisprudenza), Muzzarelli Maria (Unibo, Storia), Pini Paolo (Unife, Economia), Ricciardi Mario (Unibo, Scienze politiche), Rinaldi Alberto (Unimore, Economia), Romagnoli Umberto (Unibo, Giurista), Solinas Giovanni (Unimore, Economia), Spettini Giuseppina (Unibo, Scienze dell’Educazione), Tassinari Giorgio (Unibo, Statistica) Tinti Annarita (Unibo, Scienze Politiche), Trentini Marco (Unibo, Scienze dell’Educazione), Vannucci Armando (Unipr, Ingegneria), Zappalà Salvatore (Unibo, Psicologia), Zappoli Sergio (Unibo, Chimica), Zini Alberto (Unimore, Economia)

Compila questo form e aderisci anche tu al nostro appello





Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del D.Lgs 196/2003

Autorizzo l'invio dei dati alla Cgil Emilia Romagna